COGEFIM - vendita hotel

Vendita Hotel

Vendita Hotel

Le news di Cogefim

TURISMO CAVALLO DI BATTAGLIA DELLA RIPRESA ITALIANA  

Piani strategici, investimenti e primati: il turismo in Italia non si ferma, anzi spicca il volo. 2017 da capogiro e prospettive ancora più rosee

 

Anche quest’anno, con un tasso di crescita del 5,1% (Eurostat), l’Europa si conferma prima meta turistica a livello mondiale. L’Italia è in testa alla classifica con un tasso di crescita superiore alla media (5,9%) di pernottamenti registrati.

La prova, questa, che il settore del turismo in Italia non si è fermato nonostante la crisi ma, anzi, ha sempre rappresentato il perno fondamentale per la ripresa economica del paese. Negli ultimi cinque anni, infatti, nonostante una contrazione della domanda interna, il settore ha avuto comunque una crescita dovuta agli arrivi dall’estero (+22,6%), un movimento che è stato fondamentale per dare la giusta spinta anche ai movimenti interni.

Anche nell’ultimo anno il Bel Paese fa breccia nel cuore degli stranieri: il 50% dei pernottamenti arriva dall’estero, meglio rispetto a Germania e Francia, rispettivamente 21% e 31%.

Con il crescere dei numeri e la bellezza che non fa fatica ad essere apprezzata accresce in maniera non indifferente anche la reputazione dell’Italia. Basti solo pensare che Tripadvisor ha riconosciuto nel 2017 alla nostra nazione il primato di detenere 5 su 10 delle località più apprezzate dagli utenti di tutto il mondo ed ha creato esperienze di viaggio all’interno dell’App tutte dedicate alle città/regioni più gettonate (Roma, Venezia e gran parte della Toscana). Ancora, Google ha evidenziato un aumento nei trends delle ricerche per mete turistiche italiane del nostro paese: Napoli (+25%), Firenze (+10%) e Milano (+8%) oltre alle amatissime Dolomiti (+20%), Cinque terre (+17%), Lago di Garda (+12%) e Amalfi (+26%).

Ciò che però sottolinea ancora di più il netto miglioramento è la redditività del turismo, negli ultimi anni in costante crescita. La Banca d’Italia ha registrato un aumento della spesa da parte di turisti stranieri del +7%, per un ammontare complessivo di 37 miliardi. I dati più incoraggianti arrivano dalle regioni del sud, vere protagoniste di questo scenario accattivante: la spesa degli stranieri nelle regioni del sud Italia ha raggiunto un +23,5% rispetto all’anno precedente.

E se sono rosei i dati con i quali si sta chiudendo anche quest’anno lo sono ancora di più le stime per il futuro, UNWTO (organizzazione mondiale del turismo) prevede un +4% di media fino al 2030, mentre il Ciset (Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica) stimano un aumento del +4,7% sugli arrivi degli stranieri in Italia già solo per il 2018.

Con la consapevolezza dell’importanza e del ruolo che il turismo ricopre per l’economia italiana, la nazione ha deciso di dotarsi di una strategia unitaria: Piano strategico del turismo 2017-2022, adottato dal MiBACT, volto proprio a rivalutare le potenzialità del settore ed a far leva su quelli che sono i punti di forza. Tra gli scopi ultimi vi è quello di far collaborare e cooperare le varie entità presenti sul territorio e far convergere le varie fonti finanziarie. Il piano, infatti, prevede la collaborazione di Regioni, Comuni e città metropolitane che, finalmente operano nella stessa direzione insieme ai vari ministeri che un settore poliedrico come il turismo arriva ad influenzare (MAECI, MIT, MIPAAF, MISE, Ministero della salute, Ministero dell’ambiente, MIUR ed Agenzia del demanio).

Attualmente in cantiere ci sono oltre 50 progetti con finanziamenti di oltre 600 milioni di euro (fondi Cipe, febbraio 2018) e 36 milioni di euro stanziati in tre anni dalle Camere di Commercio Italiane. Ma il pubblico non è il solo a credere in questi progetti, sono infatti tanti ed importanti i nomi di aziende private che stanno investendo nel turismo: Ferrovie dello Stato, Banca Intesa, Unicredit, Enel, Banca del sud ed altri che stanno progettando investimenti a breve, oltre poi a tantissimi imprenditori che stanno approfittando del “vento a favore” investire nel campo che, da sempre, ha rappresentato un vanto per lo stivale. A confermalo sono società che si occupano dell’intermediazione aziendale come la Cogefim srl.

Tutti fattori che consentono all’Italia di guardare al proprio futuro con maggiore sicurezza, soprattutto in ambito turistico.

« Torna all'archivio

Oltre tre milioni e mezzo di visitatori hanno visitato il nostro sito!

Da oltre 35 ANNI il nostro lavoro è vendere aziende

* Promozione Vendite Aziendali Immobiliari - Ricerca Soci Attivi o di Capitale - Sopralluoghi - Perizie - Consulenze - Intermediazione Aziendale Immobiliare

Cogefim srl - VIa Arimondi,5 20155 MIlano - C.F. e P.I.: 06474020150 - CCIAA di Milano 1099688 - Trib. di Milano reg. soc. n. 214039 - PEC cogefimsrl@legalmail.it

Visita anche www.generalcessioni.com